Monchi: "Alisson? Se parte torno a giocare in porta. Dzeko resta"

Il direttore sportivo della Roma rassicura sulla permanenza dei due calciatori


Dopo l'assegnazione di questa mattina al Salone del CONI del Premio Bearzot, alle ore 15 nel Circolo Canottieri Aniene si è tenuto il conferimento del Premio USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana), con Eusebio Di Francesco, Monchi e Ünder tra i protagonisti.

 

Queste le parole di Monchi durante la premiazione:

“Ringrazio tutti per il premio, per me è un giorno speciale ed è il mio primo premio che prendo a Roma, è un premio per il mio percorso. Mercato? Siamo contenti di ciò che abbiamo fatto, ma come ha detto il mister manca ancora molto da fare. Questa società, questa tifoseria deve dare di più per conquistare di più, questa deve essere la nostra motivazione, lavorare per dare ai tifosi ciò che vogliono. Dzeko? Resta con noi, mi aspetto che l'anno prossimo faccia una stagione simile a quella di quest'anno, tutti noi lo vogliamo qui. Alisson? Se va via è solo perché io ritorno a fare il portiere, questa è l'unica possibilità ma non so se sono pronto per rifarlo (ride, ndr). Rinnovi Florenzi e Di Francesco? Abbiamo deciso di parlare a fine campionato. Su Di Francesco, dico che lui sa quello che io penso di lui. Ho avuto la fortuna di lavorare con lui un anno e sono molto contento di stare vicino a lui e credo che dobbiamo lavorare molto tempo insieme".