Da Cengiz a Gengo, fino a diventare Gengol!

Gol di Under, la premonizione di Di Francesco


Ricordate quel ragazzo sfrontato, capace di sbalordire all’esordio? Proprio contro il Verona, un girone fa, Cengiz (Under) aveva conquistato la scena: dribbling, tagli, inserimenti. Poi la repentina involuzione, causata dalla pressione della piazza e dalla fatica di adattarsi a un mondo molto distante dalla sua Turchia. Ma nelle ultime settimane la metamorfosi ha avuto finalmente inizio. “Gengo, come lo chiamo io - ha sottolineato Di Francesco nella conferenza stampa tenuta alla vigila della gara del Bengodi - non parla ancora bene l’italiano, ma mi capisce meglio e si è inserito pienamente nello spogliatoio”. 

Sono bastati 45 secondi per averne conferma. Ma il processo evolutivo prosegue, tanto che Gengo ha già aggiunto una “L” al suo soprannome: Gen-goL…quello del Bengodi è il suo primo gol in giallorosso, la prima realizzazione “turca” della storia della Roma. L’augurio, a questo punto, non può che essere uno: “Che l’evoluzione continui!”