Civita sullo Stadio della Roma: "I tempi? Non partecipo a questo gioco"

Le parole dell'Assessore alla Mobilità della Regione Lazio


Intervenuto questa mattina ai microfoni di Paolo Cento su Radio Roma Capitale, l’Assessore alla Mobilità della Regione Lazio Michele Civita ha commentato l’esito positivo della Conferenza dei Servizi sul tema dello Stadio della Roma. Queste le sue parole:

Stadio della Roma. Ci siamo?
È stato un passaggio importante, si chiude una fase di valutazione tecnica, ora se ne apre una seconda: il Comune deve fare la variante, approvare il progetto e la convenzione per poi tornare alla Regione per le verifiche necessarie. A quel punto la Regione farà la valutazione di Giunta. La palla torna al Campidoglio.

Tempi?
Non partecipo a questo gioco. Posso solo dire, per quanto riguarda noi, che la Conferenza dei Servizi è terminata quasi 20 giorni prima. È vero che il progetto è stato modificato a giugno ma è stato molto discusso anche nell’anno precedente. Ora tocca agli altri. Ci sarà un periodo di pubblicazione: approvato il progetto, la Conferenza dei Servizi ha adottato la variante. Ci sarà una fase di pubblicità e poi dipenderà dal Comune: ogni amministrazione ha la sua tempistica. Noi abbiamo finito 20 giorni prima dando una risposta chiara. 

Il risultato più importante come Regione?
Ogni amministrazione ha le proprie competenze. Abbiamo avuto 3 amministrazioni comunali che hanno scelto quell’area. Ci siamo concentrati su tutte la questione ambientali e delle opere pubbliche, sulla mobilità pubblica e su tutte le questioni importanti per i cittadini. 

Mobilità?
Tra le prescrizioni c’è quella che prevede la delibera comunale. Ci sono aspetti che non sono competenza del proponente. C’è un progetto su cui si sta lavorando per migliorare la rete ferroviaria. La FL1, la ferrovia regionale dovrà essere collegata tramite la Stazione di Magliana vicina allo stadio. Per quanto riguarda la Roma Lido abbiamo presentato delle richieste e abbiamo avuto dei fondi. Auspico che Comune, Atac e imprese trovino una soluzione che sblocchi i cantieri della stazione di Acilia e per Piazzale Flaminio. Abbiamo in mente di fare un bando per i treni sulla Roma Lido e sulla Roma-Viterbo. Dovrà partire la gara, un bando di gara di 300 milioni. Nelle prescrizioni c’è scritto che tutti gli interventi legati specificamente allo stadio devono essere al carico del proponente.